bannerappx


NEWS & APPUNTAMENTI
CONOSCENZA

Pubblicato il 1 Marzo 2017 | di Radio X

0

ALTRI ESOTISMI: ARTISTI SARDI E ORIENTALISMO IN MOSTRA A SASSARI

“Un viaggio che permette di ripercorrere molta della storia nazionale, dall’Unità d’Italia alla disastrosa avventura imperialistica voluta dal Fascismo, sfociata poi nella II Guerra Mondiale. Una ricca documentazione guida il visitatore nel passaggio tra i due secoli: dipinti, sculture, ceramiche, fotografie, documenti, riviste e illustrazioni, costumi di scena per l’opera lirica.” – A Extralive! è stata ospite di Sergio Benoni Maria Paola Dettori, curatrice della mostra “Altri Esotismi. Artisti sardi e Orientalismo” che si inaugura a Sassari nei locali del Museo Ex Convento del Carmelo: un’esposizione realizzata all’interno del progetto AR/S, Arte condivisa in Sardegna, che abbraccia più arti e apre uno sguardo su orientalismo ed esotismo attraverso gli artisti sardi alle prese con altri mondi, in un viaggio che attraversa oltre 100 anni, dalla metà dell’ottocento sino alla metà del novecento, per raccontare una Sardegna che da “meta di viaggio come facile luogo esotico, ora scopre gli esotismi degli altri”. Esotismo a teatro, nella musica e nella fotografia, con gli scatti della Fototeca Museo delle colonie di Roma per la prima volta in mostra e oltre 100 opere frutto di una raccolta e selezione di collezioni pubbliche e private per raccontare lo sguardo dei sardi nel vicino oriente. “Non solo l’opera, fondamentale, di Giuseppe Biasi, in Nord Africa tra 1924 e ’27; ma, prima, Giovanni Marghinotti e il sogno risorgimentale della patria libera e redenta; lo sconosciuto Marius Ledda, pittore cagliaritano cronista di guerra a Tripoli durante gli anni dell’invasione della Libia (1911/13); la Tripolitania di Melkiorre Melis, dei trionfi coloniali di Cesare Cabras, negli scorci assolati di Bengasi fermati da Mario Delitala. Insieme alla pittura il magnifico bestiario di bronzo di Albino Manca, e i raffinati e preziosi costumi di scena del tenore Bernardo De Muro, vere e proprie opere d’arte dovute al genio di Luigi Sapelli, mago del teatro italiano e della grande “Casa d’Arte Caramba”.

La mostra resterà aperta sino al 15 di giugno.

info / Altri Esotismi. Artisti sardi e Orientalismo – Inaugurazione

ASCOLTA L’INTERVISTA

FacebookTwitterWhatsAppTelegramEmail


L'autore



I commenti sono chiusi

Torna su ↑