bannerappx


NEWS & APPUNTAMENTI
CONOSCENZA

Pubblicato il 20 marzo 2018 | di Radio X

0

Contamination Lab 2018: conosciamo i finalisti!

Cinquantamila euro in palio e 7 minuti di tempo per convincere una giuria specializzata a finanziare il proprio progetto – In studio con Sergio Benoni e Cristina Marras parliamo del Contamination Lab 2018, progetto dell’Università di Cagliari -prima in Italia a creare un laboratorio di idee innovative dedicato ai giovani- che che promuove la cultura dell’imprenditorialità con nuovi modelli di apprendimento, attraverso un percorso interdisciplinare che espone gli studenti ad un vero e proprio ambiente imprenditoriale. Ma cosa serve per sviluppare una buona idea di impresa che possa entrare con successo nel mercato? L’abbiamo chiesto ad alcuni rappresentanti dei finalisti di questa edizione, che domenica 25 marzo (Teatro lirico di Cagliari dalle ore 16) si contenderanno il premio finale.

In studio con noi per raccontarci qualcosa dei progetti finalisti Sara Sulis, informatica del progetto HiveGuard sistema tecnologico rivolto agli apicoltori che ottimizza il monitoraggio e la cura degli alveari, Dario Puligheddu, di “EABlock” progetto legato allo sviluppo di sistemi informatici sicuri basati su blockchain e crittografia, Fabio Adamo Zicarelli di GlamBnB, piattaforma dedicata al “glamping” una rivisitazione del concetto “classico” di campeggio che alla vita a contatto con la natura unisce una serie di servizi di alto livello, Matteo Troncia di “Optimize energy” algoritmo di home management che ottimizza gli orari di utilizzo degli elettrodomestici delle smart home sulla base del costo dell’energia e Claudio Bellu, studente di odontoiatria del team “Maga Orthodontics“, che ha sviluppato un sistema di ortodonzia per muovere e raddrizzare i denti “a distanza” con la forza magnetica controllata attraverso un sistema digitale, e che consentirebbe di evitare l’utilizzo degli odiosi “brackets”.

Chi vincerà? A sentire loro… tutti!

ASCOLTA LA PUNTATA

FacebookTwitterWhatsAppTelegramGoogle+Email


L'autore



I commenti sono chiusi

Torna su ↑