Letteratura sarda alla radio: Ilario Carta e Massimo Dadea a Incipit!

Primo ospite della 2° puntata di Incipit è Ilario Carta con il suo romanzo Espiazioni collettive (ed. Arkadia). Marco Migali ha lasciato il suo paese d’origine da molti anni. Il rapporto con il padre – mai troppo intenso – si è sfilacciato sempre più, lasciandogli un senso di mancanza quasi incolmabile. Così, quando incaricato dall’università per cui lavora, gli si presenta l’occasione di studiare più da vicino un fatto di sangue accaduto negli anni Trenta nella piccola comunità in cui è nato il genitore, non perde tempo e parte per la Sardegna. Sarà proprio qui che il protagonista cercherà di ricostruire le fila di quegli eventi delittuosi che, per certi versi, lo toccano da vicino. In quella fatidica notte di tanti decenni prima – in cui furono barbaramente assassinate otto persone, compresi donne e bambini – tutti, nessuno escluso, hanno avuto la loro parte all’interno di una tragedia corale che il tempo non è riuscito a cancellare pienamente.

Storie al femminile, invece, nel romanzo di Massimo Dadea, “Stella” (ed. Palabanda). Stella, Maria e Lucrezia sono tre donne forti, sensibili, che hanno incontrato amore, tradimento, sofferenza e morte. Nel corso di una lunga notte, per Maria e Lucrezia riaffiorano i ricordi: il dolore per una tragedia che le ha segnate, l’amore per una donna meravigliosa. E ancora, una famiglia, un gruppo di amici. Una sapiente alternanza di narrazioni alla ricerca di una verità che faccia luce sui tanti misteri che ancora avvolgono la loro esistenza. Sullo sfondo, la Cagliari degli anni 70: i primi movimenti ecologisti, la nascita del movimento femminista e le sue prime lotte, ancora attuali, per i diritti delle donne.

ASCOLTA LA PUNTATA

FacebookTwitterWhatsAppTelegramEmail