Un caffè a Radio X… con Massimiliano Medda

Da qualche giorno nelle librerie con il suo primo libro, intitolato “Speriamo che lo compri qualcuno”, pubblicato dalla casa editrice Janus, il noto conduttore e autore teatrale Massimiliano Medda è stato ospite di Giovanni Follesa all’interno dell’appuntamento quotidiano con “Un caffè a Radio X” per ripercorrere i primi anni della compagnia Lapola e raccontarci la storia di questo volume che raccoglie le prime opere scritte dall’autore: «Tutto nasce da un gruppo di amici che si incontravano davanti alla parrocchia di Sant’Eulalia: cominciammo a fare teatro un po’ per noia, un po’ per divertirci e provare qualcosa di nuovo. Dentro questo libro sono dentro serate trascorse a immaginare personaggi delle favole che parlano in casteddaio, San Gennaro e Sant’Efisio che quasi vengono alle mani, i gemellini Chessa alle prese con l’ufficio di Collocamento. C’è la fiaba del principe azzurro, interpretato da Daniele Gastaldi, c’è la scena del santo, tratto dallo spettacolo “Speriamo che venga qualcuno”, con Sant’Andrea Frius, un santo che non fa miracoli e che risponde de malas maneras a tutti i fedeli. C’è Carlo Felice che amoreggia con la statua della Libertà: questa scena l’abbiamo fatta qualche anno fa in piazza e le battute facevano ridere allo stesso modo perché in Sardegna non è cambiato niente: a parte il nome del presidente della Regione è tutto uguale… le strade sono incasinate, la continuità territoriale è sempre allo stesso livello.»

ASCOLTA LA PUNTATA

FacebookTwitterWhatsAppTelegramEmail

Ti piace quello che facciamo? Aiutaci a crescere. Segui RADIO X su facebook!