Pronta l’ordinanza della Regione: «Test obbligatori o quarantena per chi arriva in Sardegna»

Test rapidi e controlli di massa agli arrivi di porti e aeroporti per difendere la “zona bianca” nell’isola: c’è attesa per l’ordinanza che il presidente della Regione dovrebbe firmare nelle prossime ore per tenere sotto controllo l’epidemia. Un’iniziativa che se ben strutturata potrebbe contribuire significativamente, insieme ai controlli a tappeto previsti in diversi punti dell’isola nei prossimi giorni, a preservare i bassi livelli di contagio riscontrati nelle ultime settimane. Ne abbiamo parlato nello spazio di approfondimento all’interno di Extralive mattina con Sergio Benoni, Giovanni Follesa e con Chicco Fresu, direttore di YouTG: «Nella bozza dell’ordinanza nuovi obblighi per chi arriva in Sardegna ma anche diverse disposizioni operative che lasciano ben sperare: chi sbarcherà nell’isola dovrà registrarsi attraverso il sito Sardegna sicura e poi potrà scegliere se effettuare il test gratuito nelle postazioni che saranno allestite in porti e aeroporti, oppure avrà 48 ore per effettuare a sue spese un tampone molecolare. In alternativa dovrà rispettare un periodo di quarantena di 10 giorni, monitorato dal personale sanitario. Sarà anche possibile presentare un’autocertificazione in cui si dichiara di essere già stati vaccinati o aver effettuato un tampone negativo nelle 48 ore precedenti.»

ASCOLTA L’INTERVISTA COMPLETA

FacebookTwitterWhatsAppTelegramEmail

Ti piace quello che facciamo? Aiutaci a crescere. Segui RADIO X su facebook!