Vento, onde e… dinamica dei fluidi: Riccardo Rossi a Radio X!

«Degli spot interessanti per fare surf che ci sono qui in Sardegna preferisco non parlare! Sono a Cagliari anche per lavoro: utilizziamo il computer per simulare quello che succede quando l’acqua o l’aria fluisce attorno a un corpo. In un luogo come la Sardegna, che ha uno scenario con un grande potenziale, è ancora più importante puntare sull’innovazione e investire sulla ricerca e sulle competenze.»

Appassionato di moto, di tavole e… dinamica dei fluidi: a Extralive mattina è venuto a trovarci Riccardo Rossi, ingegnere meccanico e docente di termofluidodinamica che dalla passione per il mare e per la velocità ha costruito un lavoro. Una passione nata con le moto, in Emilia Romagna: «Ne parliamo spesso con gli amici: la grande differenza tra le moto e il surf è che con le moto puoi praticare quando e quanto vuoi: scendi in garage, accendi, vai e le curve sono quelle. Ti appaga molto più rapidamente. Il surf invece è completamente fuori dal tuo controllo, ci sono tantissime variabili. Il vento, il mare, le correnti, cambiano continuamente e ti mettono davanti alla necessità di conoscerle molto bene, di saper “leggere” gli elementi. È uno sport che ti fa crescere, perché ti mette davanti ai tuoi limiti e alle tue paure.»

ASCOLTA L’INTERVISTA

FacebookTwitterWhatsAppTelegramEmail

Ti piace quello che facciamo? Aiutaci a crescere. Segui RADIO X su facebook!