Introspezione e dimensioni parallele: “Un mondo, nessuno e centomila” è il titolo della XVII edizione di FestivAlguer

Les Irréels di Lou Broquin - Il Sognatore d'amici immaginari (Le Rêveur d’amis imaginaires)

Mondi fantastici, mondi minuscoli, mondi onirici, mondi sensoriali, mondi emozionali, mondi invisibili, mondi apparenti: “Un mondo, nessuno, centomila”, è il titolo della diciassettesima edizione di FestivAlguer, rassegna internazionale di arti performative in scena ad Alghero dal 5 al 14 dicembre: tra gli ospiti dell’edizione 2019 la compagnia di Lou Broquin, con lo spettacolo senza parole “Les Irréeels”, (6-7-8 dicembre) installazione plastica che racconta un popolo parallelo agli umani in cui vivono figure come Il cacciatore di terrori e la rammendatrice di cuori, la riscaldatrice di inverni e il sognatore d’amici immaginari, Davide Volponi con la mostra “Tutto il paese è mondo” e i “Musica Ex Machina“, che chiuderanno la rassegna con una performance sonora e visuale realizzata insieme al disegnatore Piercarlo Carella.

Ne abbiamo parlato in studio a Extralive mattina con Sergio Benoni, Giovanni Follesa e con Valeria Ciabattoni di ExPopTeatro.

info e programma completo / festivalguer.net

ASCOLTA L’INTERVISTA

FacebookTwitterWhatsAppTelegramEmail