FuturExma, il teatro che verrà: dal 22 luglio al via la stagione teatrale all’aperto nel giardino dell’EXMA

Dal 22 luglio al 21 agosto il Teatro dallarmadio in collaborazione con il Consorzio Camù – Centri d’Arte e Musei e il supporto di RADIO X propone una rassegna di 9 spettacoli che andranno in scena nel giardino del centro EXMA di Via San Lucifero. Sul palco artisti, compagnie e spettacoli, già protagonisti delle stagioni di TeatrExma, ma anche delle interessanti novità: accanto agli spettacoli, il programma prevede infatti un ciclo di 3 seminari di avvicinamento e approfondimento all’arte della recitazione e della scrittura in programma il 27 luglio, 3 e 10 agosto.

Ne abbiamo parlato all’interno di Extralive con Sergio Benoni, insieme a Fabio Marceddu e Antonello Murgia del Teatro dallarmadio: «Apriamo mercoledì 22 con “Bestie Feroci Anno Zero”, spettacolo pluripremiato che vanta oltre 300 repliche in Italia e in Europa, rivisitato alla luce degli ultimi accadimenti del 2020. Seguiranno spettacoli con tante compagnie con cui abbiamo il piacere di collaborare da tanti anni. Ci piacerebbe che quella dell’EXMA diventasse la piazza di tanti teatri. Questa è una call: invitiamo tutti quelli che volessero utilizzare questi spazi a mettersi in contatto con Camù e l’EXMA…»

IL PROGRAMMA DELLA RASSEGNA:

  • mercoledì 22 luglio / ore 21.00: BFR anno zero di e con Fabio Marceddu e Antonello Murgia che cura anche la regia. Bestie feroci ANNO ZERO, spettacolo pluripremiato del Teatro dallarmadio, è una sorta di “blob” musicale che si avvale del potere immaginifico della musica, tutta la musica, colta o trash, trovando negli accostamenti tra mondi apparentemente lontani una logica narrativa ferrea.
  • Venerdì 24 luglio / ore 21.00: Batisfera teatro con “Come sto“, di Angelo Trofa, con Valentina Fadda e Angelo Trofa, un divertente spettacolo che parla della confusione umana, del senso di disagio nel ritrovarsi e capirsi, nel fluire di eventi e sentimenti.
  • Mercoledì 29 luglio / ore 21.00: Teatro dallarmadio in collaborazione con il Consorzio Camù con Ojaohma duet, di Francesco Abate, con la traduzione in sardo di Cristian Urru. Sul palco Rossella Faa e Fabio Marceddu, che cura anche la regia insieme ad Antonello Murgia. In scena la Madre Sarda, nella variante casteddaia, una madre granitica e ironica, che non si fa schiacciare dalle sofferenze e dal destino che a volte infierisce, ma che anzi lo domina come una tigre, insegnando ai più deboli a diventare più forti.
  • venerdì 31 luglio /ore 21.00: Lucidosottile che presenta “Lughente e Sùtile Lughe” con Valentina Puddu e la coreografia di Tiziana Troja e Valentina Puddu, l’aiuto coreografia di Michela Laconi, la musica di Dusty Kid ed Elena Ledda e il sound design di Davide Sardo. Protagonista è “Lughente e Sùtile Lughe” cioè Elena, una donna che possiede il dono sovrannaturale di modificare la sorte delle persone, strappandole dalle braccia della morte e concedendo loro una nuova opportunità di vita.
  • mercoledì 5 agosto. Si inizia alle ore 21.00 con una produzione di Active Core e lo spettacolo “Double” con la danza di Carla Onni e il violino di Elsa Paglietti. Una pièce in cui la danza si crea e si plasma sulle musiche di Bach, in un gioco di rimandi e unisoni. Seguono poi due rappresentazioni proposte dal Teatro dallarmadio, alle 21.30 “La barbiera“, con Daniela Littarru e la regia di Antonello Murgia, opera teatrale liberamente ispirata a uno dei famosi racconti tratti da “Delitti esemplari” di Max Aub e alle 21,45 “La vera storia della cicala e la formica” di e con Fabio Marceddu e Antonello Murgia che cura anche regia. Un’ operina musicale in cinque canzoni per ambientare questa famosissima favola ai nostri giorni.
  • venerdì 7 agosto / ore 21.00: Cristiana Cocco in collaborazione con il Teatro dallarmadio presenta “Amore Baciami“. Anna, Gabriella e le altre. La voce e regia sono di Cristiana Cocco, che è accompagnata alla chitarra da Giuseppe Edmondo Testa. Lo spettacolo fa cantare le donne dal dopoguerra a oggi, e attraverso la voce di Anna Magnani e Gabriella Ferri racconta i loro sogni e i loro desideri.
  • venerdì 21 agosto / ore 21.00: il Teatro del segno mette in scena “Baroni in laguna“, con Stefano Ledda accompagnato da Andrea Congia alla chitarra e da Juri Deidda al sax. Appunti sul medioevo in un angolo d’Italia a metà del XX secolo, tratti dal racconto inchiesta di Giuseppe Fiori sulla rivolta dei pescatori di Cabras.

info e programma completo / exmacagliari.com

ASCOLTA L’INTERVISTA

FacebookTwitterWhatsAppTelegramEmail

Ti piace quello che facciamo? Aiutaci a crescere. Segui RADIO X su facebook!