Made in New York: la street art disobbediente di Keith Haring e Paolo Buggiani in mostra all’EXMA!

“Questa è arte che si suppone non debba esistere, arte messa in posti dove tutti possono vederla, arte che tratta problematiche serie, talmente bella da riuscire a dimostrare quanto le cose potrebbero essere meravigliose”

Jenny Holzer

Ambientazioni urbane e sperimentazione artistica in una mostra che insegna il valore della disubbidienza e dell’irriverenza ripercorrendo la storia del graffitismo e della street art delle origini, attraverso l’incontro tra due pionieri dell’arte di strada come Keith Haring, tra i più rappresentativi della sua generazione, e Paolo Buggiani, “papà” italiano della street art: dal 5 dicembre al 22 marzo gli spazi dell’EXMA di Via San Lucifero ospitano la mostra “Made in New York. Keith Haring (subway drawings), Paolo Buggiani e la vera origine della Street Art”.

Tra le opere in mostra anche alcuni poster pubblicitari con i disegni di Haring, recuperati dalla metropolitana di New York alla fine degli anni ’70: «Non era facile staccare questi disegni di Keith Haring dai cartelloni pubblicitari: quindi prima spruzzavo un fissativo per il gessetto, poi dell’acqua per ammorbidire la carta e poi la sigillavo con dello scotch e dei veli di plastica e la lasciavo lì tutta la notte. La mattina dopo, la colla si era ammorbidita e piano piano riuscivo a staccarli.»

Ne abbiamo parlato in studio a Extralive mattina con Sergio Benoni, con il curatore della mostra, Gianluca Marziani, con Paolo Buggiani e con Simona Campus, direttrice artistica dell’EXMA.

info / exmacagliari.com

ASCOLTA L’INTERVISTA

FacebookTwitterWhatsAppTelegramEmail

Ti piace quello che facciamo? Aiutaci a crescere. Segui RADIO X su facebook!