Continuità territoriale: Francesco Agus «dalla Regione informazioni parziali o inesatte»

Continuità territoriale – nella giornata di ieri una delegazione di rappresentanti dell’opposizione del Consiglio regionale sardo si è recata a Roma per incontrare i capigruppo di maggioranza del Senato della Repubblica. Francesco Agus, presidente del gruppo Progressisti in Consiglio regionale, è intervenuto ai microfoni di Extralive mattina per aggiornarci sulle ultime novità: «Purtroppo dalle riunioni e dagli incontri che abbiamo tenuto ieri, siamo tornati in Sardegna più preoccupati di prima. La sensazione è che questa partita la stiano gestendo in solitudine con grandissima opacità e in alcuni casi anche raccontando delle bugie ai sardi e al Consiglio regionale. Noi rappresentiamo lo 0,3% degli abitanti dell’Unione Europea. Una comunità piccola come la nostra ha l’obbligo di rappresentarsi con i suoi massimi vertici. […] Servirebbe quantomeno un nuovo incontro per siglare l’intesa, perché quello del 28 gennaio si è tenuto in videoconferenza ed è stato un incontro tra tecnici. Non aiuta che gli assessori dicano di voler organizzare dei campeggi a Bruxelles…» «ci siamo resi conto che le informazioni che ci sono state date con grande ritardo nell’ultima seduta erano parziali o inesatte. Anche il loro bando, imperfetto e che creerà sicuramente molti problemi oggi rappresenta l’unica speranza. Crediamo che senza la proroga, in questa fase particolare dell’anno, la nostra regione rischi il collasso. Meglio una soluzione imperfetta, che niente. Il problema è che anche una soluzione imperfetta richiede un bando approvato dall’Unione Europea.»

ASCOLTA L’INTERVISTA

FacebookTwitterWhatsAppTelegramEmail

Ti piace quello che facciamo? Aiutaci a crescere. Segui RADIO X su facebook!