Scuola e nuovo DPCM, la rabbia degli insegnanti: «La DAD è di fatto una chiusura, negli istituti rispetto di norme rigorose»

Cosa cambia per le scuole con l’entrata in vigore del nuovo Dpcm firmato dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte? E come si stanno organizzando le scuole della Sardegna? L’abbiamo chiesto al nostro inviato sul campo, il prof. Andrea Prost: «Siamo veramente molto arrabbiati. Questa “chiusura” delle scuole, perché la DAD significa stare a casa ed è un surrogato di scuola, arriva per il disastro dei mezzi di trasporto. Non c’è nessun’altra ragione: la scuola è un posto sicuro con delle norme rigorose che in genere vengono rispettate quasi alla lettera…»

ASCOLTA L’INTERVISTA

FacebookTwitterWhatsAppTelegramEmail

Ti piace quello che facciamo? Aiutaci a crescere. Segui RADIO X su facebook!