Un numero verde per il supporto psicologico coronavirus: intervista con la Dott.ssa Maria Grazia Pani

«Le persone chiedono ascolto, comprensione e sostegno per affrontare l’ansia e la preoccupazione dovuta alla paura del contagio, ma anche le difficoltà legate alla convivenza forzata con familiari con i quali c’è una conflittualità. Fattori di stress rispetto ai quali le persone spesso si sentono impotenti e finiscono per cedere all’angoscia. Ci chiamano anche persone che non sanno come gestire le richieste dei bambini o che non sanno come gestire la solitudine in una situazione di assenza di rete familiare. L’80% di chi chiama sono persone che non si sono mai rivolte a un servizio psicologico. Non diamo consigli, diamo una guida a rifocalizzarsi sulle loro risorse che l’ansia tende a farci dimenticare.»

Ansia, attacchi di panico, alterazioni dei ritmi sonno-veglia, difficoltà familiari: l’impatto dell’isolamento sociale sulle nostre menti e sul nostro stato d’animo può generare problemi inaspettati e difficili da affrontare. La dott.ssa Maria Grazia Pani, psicologa e psicoterapeuta in prima linea nel coordinamento del gruppo di supporto psicologico coronavirus dell’ATS Sardegna (numero verde 800630622 attivo tutti i giorni dalle 9 alle 19), è intervenuta ai microfoni di Extralive mattina per raccontarci il ruolo di questo servizio dedicato all’assistenza e al supporto per i problemi legati all’emergenza.

info / pagina facebook / Numero verde 800630622

ASCOLTA L’INTERVISTA

FacebookTwitterWhatsAppTelegramEmail

Ti piace quello che facciamo? Aiutaci a crescere. Segui RADIO X su facebook!