Elezioni Quartu, il nuovo sindaco Graziano Milia a Extralive mattina: «Un bazooka di cultura per costruire il futuro»

Graziano Milia a Radio X! Il commento a caldo del nuovo sindaco di Quartu Sant’Elena ai microfoni di Extralive mattina con Sergio Benoni, Giovanni Follesa e Gianluca Floris: «Nei prossimi giorni incontrerò il sindaco uscente Delunas e gli chiederò di collaborare sul fronte dell’emergenza Covid. È giusto e importante che lui continui a dare il suo contributo anche in relazione all’esperienza che ha maturato in questo periodo: la priorità oggi è quella di seguire con attenzione l’emergenza e poi con serenità, ma non con lentezza, cercare di ripartire. Quartu, ma non solo Quartu, ha bisogno di un bazooka per immettere cultura. Mi pare di poter dire che anche sull’emergenza Covid ci sia nei confronti della cultura un atteggiamento profondamente sbagliato. La cultura è il primo strumento che noi dobbiamo usare per affrontare quest’emergenza. Se facciamo bene cultura, non avremo emergenze sanitarie in futuro. Questa città ha bisogno di ripartire e per conoscere una rinascita ha bisogno di tanta cultura.»«Quando io ho detto che era necessaria una mobilitazione collettiva non pensavo alle elezioni ma alla rinascita di Quartu. Abbiamo fatto un primo passettino da questo punto di vista, una mobilitazione collettiva che però non è ancora sufficiente. In questi cinque anni questa città deve ritrovarsi, riunirsi, ricompattarsi, avere una prospettiva e un senso del futuro.»

Eletto con il 57,21% dei voti al ballottaggio contro il candidato del centrodestra Christian Stevelli, Milia torna alla guida di Quartu dopo quasi 20 anni: «Premetto che Christian era un amico prima, è stato un amico durante la campagna elettorale e lo sarà anche dopo naturalmente. Mi ha chiamato per congratularsi e ha dato una lezione di stile a Donald Trump. Non che ci volesse molto eh.»

ASCOLTA L’INTERVISTA

FacebookTwitterWhatsAppTelegramEmail

Ti piace quello che facciamo? Aiutaci a crescere. Segui RADIO X su facebook!