Francesco Agus a Extralive: «Inesattezze e confusione nel piano vaccinale: impossibile vaccinare tutti i sardi entro agosto»

«Il piano vaccinale non è quello che ci aspettavamo. Di fatto manca ogni certezza rispetto al proseguo della campagna. Nel documento diverse inesattezze.» Francesco Agus, capogruppo dei Progressisti e componente della Commissione sanità in Consiglio regionale è intervenuto ai microfoni di Extralive mattina per fare il punto della situazione sull’andamento delle vaccinazioni in corso nell’isola, segnalando diverse inesattezze nei documenti presentati dalla maggioranza: «Nel piano è specificato che al netto di problemi organizzativi, tutti i sardi sarebbero stati vaccinati entro agosto. Anche immaginando di poter triplicare le dosi, ad agosto non saranno arrivati i vaccini necessari ad immunizzare tutti i sardi. Le stime previste, quelle più ottimistiche, dicono che entro quella data potrebbero arrivare 2 milioni di vaccini, che tenendo conto delle due dosi necessarie, sarebbero sufficienti a vaccinare 1 milione di sardi. Tutto questo immaginando che vengano attivati tutti i punti vaccinali. A fine febbraio in Sardegna i vaccinati non sono nemmeno 80.000, e in Sardegna manca l’ordine di priorità: in queste ore si stanno portando avanti le vaccinazioni della “fase 3” che riguardano i membri delle forze dell’ordine, ma parallelamente non è ancora completata la “fase 1”: mancano i dentisti, i medici liberi professionisti, gli specializzandi e i tirocinanti delle facoltà di medicina… […] La nostra sensazione è che tutto stia avvenendo all’insegna del caos. Su un tema come questo, da parte nostra non c’è la minima volontà di contrapposizione: vorremmo che le cose funzionassero al meglio, anche perché non vediamo l’ora di vaccinarci e di far vaccinare i nostri famigliari.»

ASCOLTA L’INTERVISTA

FacebookTwitterWhatsAppTelegramEmail

Ti piace quello che facciamo? Aiutaci a crescere. Segui RADIO X su facebook!