Via libera al piano casa – Agus: «Maggioranza divisa per una legge pronta da impugnare»

Via libera alla legge voluta dalla giunta Solinas: alberghi e strutture ricettive non potranno però aumentare la volumetrie nella fascia dei trecento metri dalla costa. Aumenti addirittura del 50% per gli hotel che non rientrano nella fascia costiera. Nell’agro ridotta a un ettaro l’estensione minima per l’edificazione, che resta però vincolata agli agricoltori professionisti entro un km dalla costa; resta però il vincolo paesaggistico per le zone umide. Ne abbiamo parlato all’interno di Extralive mattina con Francesco Agus, capogruppo dei Progressisti in Consiglio Regionale. «La legge è passata, ma sono stati approvati emendamenti dell’opposizione grazie al voto segreto, per via di faide interne che ormai sono di pubblico dominio. Ieri i franchi tiratori sono stati 10, abbiamo bocciato articoli con 29 voti nonostante noi fossimo 19.» «La maggioranza è andata sotto in tre occasioni, e in un altro caso sono stati costretti a ritirare un articolo che avevano già approvato. La legge in aula è apparsa molto debole: abbiamo dovuto discutere un testo strapieno di errori tecnici in chiara contraddizione tra loro, che difficilmente sarà applicabile e quasi sicuramente sarà impugnato. Abbiamo cercato di spiegare che alcune cose non sono buone o cattive, ma sbagliate e impossibili: con questa legge ad esempio si introduce la possibilità di cedere la cubatura da realizzare con il piano casa. Una follìa.» Tra i punti più contestati la concessione dell’abitabilità di seminterrati e mansarde: «L’altezza minima adesso è fissata a 2.40. C’erano consiglieri di maggioranza che puntavano a ridurla a 2 metri.»

ASCOLTA L’INTERVISTA

FacebookTwitterWhatsAppTelegramEmail

Ti piace quello che facciamo? Aiutaci a crescere. Segui RADIO X su facebook!