Pronto soccorso bloccato a causa dei pazienti Covid – Marracini: «Vaccinatevi, non c’è una terapia per curare la malattia»

Situazione critica a causa dei contagi Covid negli ospedali sardi – Sergio Marracini, epidemiologo e direttore dei Covid hospital cagliaritani è intervenuto ai microfoni di Extralive mattina per fare il punto sulle ospedalizzazioni e sulle conseguenze della nuova ondata di contagi nell’isola: «Questa notte il nostro pronto soccorso è stato intasato da ben 15 positivi Covid, e questo ha comportato una necessaria richiesta di aiuto per quanto riguarda la gestione delle altre patologie. Le ospedalizzazioni sono in aumento ma aumentano anche le dimissioni, il problema oggi sono gli accessi al pronto soccorso.» Un messaggio forte a chi è ancora indeciso: «Dobbiamo far sapere con chiarezza alle persone che hanno scelto di non fare il vaccino, che ad oggi non c’è una terapia per il Covid che con certezza faccia guarire. Solo il vaccino riesce a proteggere da questa patologia. Oggi sarebbe utile avere un filtro più stringente per arginare gli arrivi ed evitare di bloccare il pronto soccorso degli ospedali. Oggi abbiamo 69 ricoveri con 11 pazienti in terapia intensiva. Per il 97% ci troviamo davanti a soggetti non vaccinati: stiamo ricoverando gente del ’50 e del ’40, persone che non hanno voluto prenotarsi per fare le vaccinazioni. Oggi i giovani si ammalano ma in linea di massima la superano a casa, ma portando il virus a casa contagiano i genitori non vaccinati che poi finiscono in ospedale. Purtroppo conosco troppa gente che ancora mi dice di non volersi vaccinare, anche persone che credevo in grado di fare un ragionamento compiuto. Il vaccino non è una limitazione della libertà, al contrario è l’unica via per restituire la libertà a tutti.»

ASCOLTA L’INTERVISTA

FacebookTwitterWhatsAppTelegramEmail

Ti piace quello che facciamo? Aiutaci a crescere. Segui RADIO X su facebook!