“Tuffi” al Cinema delle terre del mare – Intervista con Alessandra Sento

Uno scatto tratto dall'edizione 2019 della rassegna

Dal 22 al 31 luglio torna ad Alghero la rassegna “Cinema delle Terre del Mare“, dieci giorni di cinema, incontri con autori e registi ma anche di teatro danza, libri e musica. Tra gli ospiti della rassegna, organizzato dalla Società Umanitaria di Alghero, le registe Nuria Giménez Lorang, dalla Catalogna, Alessia Bottone e Silvia Giulietti, il regista isolano Mario Piredda, reduce dal grande successo de “L’agnello”, il produttore Alessandro Greco. Ne abbiamo parlato all’interno di Extralive mattina con Alessandra Sento, direttrice della Società Umanitaria di Alghero e ideatrice del progetto seriale “Tuffi“, iniziativa di valorizzazione della memoria cinematografica audiovisiva (con immagini messe a disposizione dall’archivio della Cineteca Sarda) che raccoglie il cinema privato e di famiglia girato in Sardegna tra gli anni Quaranta e Ottanta e che accompagnerà le serate del festival: «Durante questi mesi è nata l’idea di raccogliere delle testimonianze di persone che avessero voglia di raccontarci il loro rapporto con il mare. Sono nati quindici piccoli racconti, su cui il regista Marco Antonio Pani ha montato le immagini selezionate dall’Archivio del cinema di famiglia, progetto in continuo divenire che la Cineteca Sarda porta avanti da oltre 10 anni, attraverso il quale portiamo avanti una grande campagna di raccolta, digitalizzazione e valorizzazione del cinema privato di famiglia, per costituire una grande “memoteca” regionale.»

info / pagina facebook /

ASCOLTA L’INTERVISTA

FacebookTwitterWhatsAppTelegramEmail

Ti piace quello che facciamo? Aiutaci a crescere. Segui RADIO X su facebook!