Vito Biolchini, l’amico del lunedì: «Questa è la prima pandemia social della storia dell’uomo, la comunicazione è fondamentale»

Un DPCM che scontenta un po’ tutti, la difficile situazione della sanità in Sardegna e una nota di colore, con il goal su punizione di Charalampos Lykogiannis che gli ha fatto vincere una cena in un noto ristorante cagliaritano: a Extralive mattina torna come ogni settimana l’appuntamento con l’amico del lunedì, il giornalista Vito Biolchini.

«Perché dall’ATS non arrivano le telefonate? Perché per conoscere l’esito di un tampone sono necessari tanti giorni? Ho l’impressione che ancora una volta il potenziamento dei servizi sanitari non vada di pari passo con il potenziamento della comunicazione che in questo momento ha un valore straordinario: se ci fosse una comunicazione migliore, molte delle tensioni che si stanno accumulando probabilmente non ci sarebbero. Questa è la prima pandemia social della storia dell’umanità. È inutile che i dirigenti degli ospedali si mettano alla ricerca di chi su facebook da notizie sbagliate perché la cattiva comunicazione si combatte con la buona comunicazione. […] L’impressione che si ha è che anche quando si fanno le cose corrette, arrivino con un ritardo spaventoso…»

ASCOLTA L’INTERVISTA

FacebookTwitterWhatsAppTelegramEmail

Ti piace quello che facciamo? Aiutaci a crescere. Segui RADIO X su facebook!