SPOPOLAMENTO IN SARDEGNA: UNA STRADA GIÀ SEGNATA?

Nei prossimi 60 anni, 31 paesi della Sardegna sono destinati a scomparire, ma quelli a rischio sono ben 266: la distribuzione della popolazione nell’Isola ha visto un progressivo addensarsi nei grandi centri urbani attorno alle coste che ha lasciato sempre più vuote le zone dell’interno. Ma cosa accade quando un paese “muore?” Quali soluzioni si possono adottare per invertire la rotta e provare ad arginare questa deriva?

A ExtraLIVE in compagnia di Ilene Steingut e Alessandro Congiu abbiamo provato a fare una riflessione sul tema dello spopolamento in Sardegna: ospiti in studio la sociologa Ester Cois, Nicolò Fenu, Francesco Cocco e Matteo Lecis Cocco-Ortu del collettivo Sardarch, tra gli autori di una ricerca multidisciplinare che ha coinvolto geologi, esperti di mappe, antropologi, sociologi, geografi, urbanisti i cui risultati sono stati raccolti all’interno di un volume dal titolo “SPOP –  Istantanea dello spopolamenteo in Sardegna”, e in collegamento telefonico Francesco Mura, Sindaco di Nughedu Santa Vittoria.

info / Sardarch Architettura / Paesitudine

ASCOLTA LA PUNTATA

FacebookTwitterWhatsAppTelegramEmail