Politica regionale: «Ecco i retroscena della crisi Lega/Psd’Az. All’opposizione troppi orticelli, manca un leader»

«Sotto la cenere c’è una crisi importante tra Lega e Psd’Az. Non sappiamo come questa crisi andrà avanti, ma di certo in questo momento le rappresaglie all’interno del Carroccio sono partite con le dimissioni a catena dell’entourage dell’assessore ai Trasporti Giorgio Todde.» L’alleanza Psd’Az-Lega è appesa a un filo, e dopo le candidature per le Politiche del 25 settembre il rapporto tra i due schieramenti sembra ulteriormente compromesso. La giornalista di SardinaPost Alessandra Carta è tornata ai microfoni di Extralive per fare il punto della situazione sulle tensioni all’interno della maggioranza, soffermandosi sulle possibili ripercussioni delle imminenti elezioni sugli equilibri del Consiglio regionale, dove non mancano i problemi nemmeno sull’altro fronte, con il PD che si trova a fare i conti con la mancanza di un leader: «La grande debolezza di questa opposizione è che il PD, dal primo giorno di questa legislatura ha fatto di tutto per non riconoscere a Massimo Zedda la leadership del centrosinistra. L’alleanza tra PD e Progressisti, con Agus che in realtà è il vero uomo-macchina che produce contro le nefandezze della Giunta Solinas, non si è mai concretizzata e il Centrosinistra ha marciato diviso. […] Ci sono troppi orticelli e nessuno vuole lasciare il suo. Il PD in Sardegna è oggi un partito che galleggia…»

ASCOLTA L’INTERVISTA COMPLETA

FacebookTwitterWhatsAppTelegramEmail

Ti piace quello che facciamo? Segui @radiox968 su Instagram!