Tullio Frau a Oltre le barriere: «Correre nel silenzio del deserto, un’esperienza che ti rimane dentro»

Non solo più di 20 maratone tra Atene, Chicago, New York, Parigi ma anche tutte le edizioni del Magraid, 100 km di corsa nella steppa, la 100 km del Sahara, quella di Zanzibar, Iran e la Ssru: gara di 250 km a tappe attraverso il deserto iraniano. Tullio Frau, ultramaratoneta cieco, è l’ospite di questa puntata di Oltre le barriere: «Se fai quello che ti piace diventa tutto facile. Nel mio caso, la passione per la corsa è iniziata come una medicina. Avevo bisogno di qualcosa che mi riportasse sui binari di una buona salute. Avendo avuto la fortuna di avere amici maratoneti mi sono detto: perché non provarci? Quella medicina è diventata un hobby e dopo quattro mesi di allenamenti ho fatto la maratona di Padova. Lì ho capito cosa significava mettersi in gioco, il sacrificio, correre. Dopo 5 ore di strada ero distrutto ma alla fine ero più felice di un bambino che apre i regali a Natale.»

ASCOLTA LA PUNTATA

FacebookTwitterWhatsAppTelegramEmail