In anteprima all’Odissea “L’agnello” – intervista con il regista Mario Piredda

«Un film ambientato nel territorio sardo in cui si raccontano le vicende – quanto mai attuali – di una famiglia che vive vicino a un’ipotetica base militare in Sardegna, e in cui la convivenza forzata tra civili e militari è ordinaria quotidianità. »

A Extralive mattina parliamo di cinema e del film “L’agnello” di Mario Piredda, primo lungometraggio del regista sassarese, già David di Donatello con il cortometraggio “A casa mia“, che sarà presentato in anteprima al cinema Odissea giovedì 5 marzo. Tre le proiezioni in programma (alle 17, alle 19:15 e alle 21:30) alla presenza del regista, dell’attrice protagonista Nora Stassi, e degli attori Michele Atzori, Luciano Curreli e Piero Marcialis, che anticiperanno l’uscita ufficiale nelle sale, prevista per il 26 marzo.

In studio con Sergio Benoni e Giovanni Follesa, abbiamo fatto quattro chiacchiere con il regista, Mario Piredda: «Abbiamo girato a febbraio e marzo del 2019. Quella che vedremo è una Sardegna invernale. Mi piace mischiare attori professionisti con attori non professionisti. In questo caso i professionisti sono Luciano Curreli e Piero Marcialis, insieme a Michele Atzori che non era mai stato sullo schermo ma è il cantante dei CRC Posse ed è abituato a stare sulla scena, e Nora Stassi, la protagonista, che ho cercato per circa un anno in tutta la Sardegna.»

Una curiosità: «Quando ha fatto il casting, Nora il tatuaggio non ce l’aveva. Potete immaginare la sorpresa quando si è presentata alla seconda giornata di prove con un tatuaggio… in faccia. Volevo ucciderla. Abbiamo un po’ discusso su questa cosa e lei mi ha detto: “se non ti piace te ne puoi andare a….”. Qui ho capito che era la persona giusta per interpretare il ruolo che avevo scritto e ha dato al personaggio qualcosa in più.»

info / Cinema Odissea / L’Agnello / Anteprima L’Agnello a Cagliari (Odissea) – Incontro con il cast

ASCOLTA L’INTERVISTA

FacebookTwitterWhatsAppTelegramEmail