Continuità territoriale – Arnaldo Boeddu, CGIL: «Gravi criticità nel servizio. Necessario confronto per tutelare i diritti dei sardi»

«Necessario da subito un tavolo tematico sui trasporti per garantire la qualità del servizio a tutti i sardi. La continuità territoriale muove non solo l’economia, ma anche socialità, salute, scuola. Fra sette mesi se non si riuscirà ad assegnarlo ad altra compagnia, sarà necessaria una proroga con gravi conseguenze per l’isola.» Continua a far discutere il bando della continuità territoriale dopo le richieste – sin ora disattese – da parte dei sindacati di organizzare un incontro con l’assessorato ai Trasporti e con il presidente Solinas. Ne abbiamo parlato all’interno di Extralive con il segretario regionale per i trasporti della CGIL Arnaldo Boeddu: «Le criticità sono più di una e sono dovute certamente a un mancato confronto tra le parti sociali, più volte richiesto dalle organizzazioni sindacali, che ha portato a un problema gravissimo, con le frequenze ridotte rispetto al bando precedente e altri gravi disservizi come quello legato ai radiofarmaci, che non potranno essere trasportati. Le compagnie tradizionali che negli anni si sono susseguite nella gestione della continuità territoriale, garantivano tutti i servizi senza la necessità che fossero indicati nel bando: oggi non è così sia perché le low cost guadagnano su queste cose, sia per la mancanza di certificazioni, come quella per il trasporto dei farmaci dedicati alla radioterapia.»

ASCOLTA L’INTERVISTA

FacebookTwitterWhatsAppTelegramEmail

Ti piace quello che facciamo? Aiutaci a crescere. Segui RADIO X su facebook!