Covid-19, la Sardegna in controtendenza: «14 decessi nella sola giornata di ieri, sistema a rischio»

Covid-19 – Dai dati dell’isola emerge una situazione che appare in controtendenza rispetto al dato nazionale, con contagi e decessi in crescita e un’incidenza superiore alla media Italiana. Cosa sta accadendo in Sardegna? Chicco Fresu, direttore di YouTG.net è intervenuto ai microfoni di Extralive, in compagnia di Sergio Benoni, Giovanni Follesa, per a fare il punto della situazione sulla gestione dell’emergenza: «Il sistema è in grave sofferenza. Qualche giorno fa davanti al Brotzu si è formata una fila di 21 ambulanze. Mentre prima c’era una gestione centralizzata dei posti letto, con la riforma abbiamo otto soggetti che devono dialogare tra loro. L’inserimento del nuovo sistema di calcolo ha poi falsato tutto: i dati ufficiali oggi raccontano una salita vertiginosa, ma guardando i risultati dei soli tamponi molecolari vediamo una curva in discesa.» «Un dato che deve preoccupare è quello dei decessi, 14 nella sola giornata di ieri. È necessario chiarire che le famose oltre 200 terapie intensive dell’isola non esistono ma sono numeri sulla carta. Con una media di 8 morti al giorno bisogna chiarire che 30 posti letto non sono il 15% ma il massimo delle terapie intensive disponibili oggi nell’isola. Se superassimo questa soglia il sistema andrebbe in crash.»


ASCOLTA L’INTERVISTA

FacebookTwitterWhatsAppTelegramEmail

Ti piace quello che facciamo? Aiutaci a crescere. Segui RADIO X su facebook!