Quale futuro per le edicole cittadine?

Via Roma - foto Google maps.

Tante le serrande abbassate in città e una crisi che non accenna a fermarsi: le liberalizzazioni e il costante calo delle vendite dei quotidiani hanno dato un duro colpo alle edicole, esercizi commerciali che sino a qualche anno fa, prima della legge Bersani, erano un punto di riferimento nella vita cittadina e garantivano redditi più che dignitosi: «L’anno scorso a Cagliari hanno chiuso dodici edicole. Oggi tutti, dal tabacchino al bar, possono vendere i giornali, ma noi – ad esempio – non possiamo vendere le sigarette o i valori bollati. Questa è un’ingiustizia a parer mio. Sarebbe forse utile iniziare a fare rete.» Roberto Tronci, edicolante cagliaritano che negli ultimi anni ha trasformato la sua edicola di Piazza Bellu, poco distante dal Palazzo di Giustizia, in uno spazio aperto alla cultura, è intervenuto ai microfoni di Extralive mattina per raccontarci le difficoltà della categoria.

ASCOLTA L’INTERVISTA

FacebookTwitterWhatsAppTelegramEmail

Ti piace quello che facciamo? Aiutaci a crescere. Segui RADIO X su facebook!