“Sulla stessa barca”: intervista con Stefania Muresu

“Il cinema è sempre una buona chiave per raccontare la realtà. Chiaramente introdurre una telecamera in contesti così difficili e delicati come sono i centri di accoglienza per i richiedenti asilo, soprattutto qua in Sardegna, è stato difficile. […] Molti non sapevano nemmeno che la Sardegna fosse un’isola.”

Una raccolta importante di biografie e testimonianze che raccontano i viaggi attraverso la Libia, sino all’arrivo nell’isola: è stato presentato ieri al Lazzaretto di Cagliari il documentario “Sulla stessa barca“, film di Stefania Muresu che esplora un tema ancora tristemente attuale, quello delle migrazioni attraverso il Mediterraneo.

Il trailer del film

Ne abbiamo parlato a Extralive mattina con Sergio Benoni, Cristina Marras e con la regista Stefania Muresu, che da diversi anni si occupa del racconto delle migrazioni forzate, della conoscenza dello “straniero” e delle sue rappresentazioni nel cinema e che dal 2014 ha lavorato alla realizzazione di questo documentario.

info / 4caniperstrada.org

ASCOLTA L’INTERVISTA

FacebookTwitterWhatsAppTelegramEmail

Ti piace quello che facciamo? Aiutaci a crescere. Segui RADIO X su facebook!