RAFFAELLA E GENNARINO

La meravigliosa costa orientale dell’isola fa da cornice alla vicenda d’amore-odio tra il rozzo marinaio comunista Gennarino Carundrio e la ricca e snob Raffaella Pavoni Lanzetti, interpretati da Giancarlo Giannini e dall’indimenticabile Mariangela Melato.

Con le voci di Elio Turno Arthemalle e Emanuela Lai, in collaborazione con il circolo dei lettori MieleAmaro e Cuec Edizioni

– Oh amore…il primo, è vero sai: avresti dovuto essere tu il primo.
– Il primo? Si chiama “primo” uno che poi dopo ci sta il secondo eh!
– Il primo e l’unico…voglio dire che mi dispiace non esser vergine, perché dovevi essere tu ad aprirmi, a mettermi il tuo marchio…amore, ti prego… sodomizzami… sodomizzami… ti prego amore… sodomizzami!
– Mmmhh… nun lo so… nun me va!
– Sì ti prego amore, tu sei il mio primo vero uomo… sodomizzami!
– Senti un po’, brutta fitusa borghese carugnona: ma tu lo fai apposta per farmi sentire ignorante con ‘ste parole difficili! Ma questa cosa che porcheria è, che nun te capisco?! Che caspita sarebbe?
– Scusa amore…
– Ma scusa ‘na cippa de minchia, che maniera de parlare! Sissignore, io sono ignorante e me ne vanto!
– Te lo giuro amore, te l’ho detto così perché è una cosa difficile da dire.
– Ma poi io ‘ste porcherie vostre non le conosco…che è ‘sta cosa: sotorizzami, sotorazzami…checché è?!?!

Lina Wertmüller da “Travolti da un insolito destino nell’azzurro mare d’agosto (1974)”

ASCOLTA LA PUNTATA

FacebookTwitterWhatsAppTelegramEmail