Polizia e sicurezza, è polemica sul nuovo regolamento del Comune di Cagliari: «Punitivo soprattutto nei confronti delle persone più deboli»

Dal divieto di stendere i panni nel centro storico, al divieto di accattonaggio e bivacco, al divieto di consumo di bevande “all’aperto”: è polemica sul nuovo regolamento di Polizia e sicurezza urbana approvato il 21 febbraio scorso con i soli voti del centrodestra, all’interno del quale sono state inserite disposizioni destinate ad alimentare il malcontento di cittadini e associazioni. Ne abbiamo parlato ai microfoni di Extralive in compagnia di Francesca Mulas, consigliera comunale tra le promotrici di un incontro organizzato da Possibile (in programma giovedì 23 marzo alle ore 18 alla sede Css di via Marche 9) in cui si parlerà del provvedimento: «Dalle 22 alle 6 del mattino ad esempio, principalmente nel centro storico ma anche al Poetto è vietato consumare bevande alcoliche lontano dai tavolini dei locali. Sarà vietato anche chiedere l’elemosina e vivere in strada. Questi sono solo alcuni dei tanti divieti inseriti in un regolamento inutile, caotico e dannoso. Per provare a capire quali saranno gli effetti e quali ripercussioni avrà nella nostra vita quotidiana, crediamo sia importante proporre una riflessione, capire cosa ne pensano i cittadini e informare su un provvedimento che ci sembra punitivo soprattutto nei confronti delle persone più deboli.»

ASCOLTA L’INTERVISTA

FacebookTwitterWhatsAppTelegramEmail