Consiglio regionale, Maria Laura Orrù a Extralive: «Nessuna tensione coi Progressisti, non confondiamo un gruppo consiliare con un progetto politico»

«Nessuna tensione con i Progressisti e nessun indebolimento generale. La situazione è molto più semplice di quanto sembri. Noi abbiamo sostenuto un progetto nazionale che va avanti da tempo, quello Europa Verde-Sinistra-Possibile, che aveva l’idea di riproporsi anche a livello regionale. Per questi motivi è stato costituito anche il nuovo gruppo in Consiglio regionale. C’era poi un ragionamento già aperto in precedenza con Articolo 1 e abbiamo semplicemente unito i pezzi.» Maria Laura Orrù, sindaca di Elmas e consigliera regionale in quota Possibile è intervenuta questa mattina ai microfoni di Extralive per rispondere alle parole del capogruppo dei progressisti Francesco Agus in merito alle perplessità generate dalla costituzione del nuovo gruppo “Alleanza Europa Verde-Sinistra-Possibile-Articolo1” all’interno del Consiglio a poco più di un anno dalle regionali: «I Progressisti sono un gruppo in Consiglio regionale, ma non sono un progetto politico. Ognuno di noi già apparteneva a un’altra realtà politica. Noi abbiamo semplicemente messo insieme la federazione di questi soggetti, ribadendo la loro identità.» Un’azione che secondo Orrù non deve essere vista come una divisione, ma un’unione di soggetti: «Il rischio è al contrario far credere che un gruppo consiliare possa essere un partito politico, cosa che non è. Non è pensabile rincorrere le convenienze. Noi pensiamo che oggi in Italia manchi un progetto che davvero guardi al tema ambientale e sociale mettendolo al primo posto nell’agenda politica, e abbiamo la necessità di esprimere questa rappresentanza. Lo facciamo con un’alleanza tra Possibile-Europa Verde e la Sinistra. Il problema è che la comunicazione spesso avviene attraverso la stampa che dovrebbe essere più attenta.»

ASCOLTA L’INTERVISTA

FacebookTwitterWhatsAppTelegramEmail