Fase 2: il mostro della burocrazia sulla ripartenza delle imprese dell’isola

Coronavirus – Dopo un lungo stop, dal 4 maggio iniziano le prime riaperture delle imprese isolane, con la Regione Sardegna che tramite il Presidente Solinas ha annunciato un grande fondo in accordo con la BEI (Banca Europea degli Investimenti) a favore delle attività commerciali con mutui e prestiti sino a 15 anni fino a 800mila euro con pre-ammortamento di 24 mesi. Un intervento importante su cui si allunga però l’ombra della macchina regionale, che rischia bloccare gli ingranaggi di una ripresa oggi quanto mai necessaria: ne abbiamo parlato all’interno di Extralive mattina con Sergio Benoni, Giovanni Follesa e con Vito Biolchini: «personalmente ho più paura della burocrazia che dell’assenza di risorse. Il recente fatto della cassa integrazione in deroga lo dimostra. C’è anche una grave responsabilità della burocrazia regionale, che non è la politica regionale, non entra nella realtà dei problemi e rischia di rallentare tutto.»

ASCOLTA L’INTERVISTA COMPLETA

FacebookTwitterWhatsAppTelegramEmail

Ti piace quello che facciamo? Aiutaci a crescere. Segui RADIO X su facebook!